Vigorose impronte

E' in corso a Villa Cattolica a Bagheria "Vigorose impronte", una mostra dello scultore Silvestre Cuffaro e Pina Calì, due coniugi bagheresi di cui ricorre il centenario della nascita. Vittorio Sgarbi, che ha curato il saggio critico dell'elegante catalogo ed era presente alla cerimonia d'inaugurazione, ha parlato di coppia che ricorda quella memorabile di Diego Rivera e Frida Khalo. A differenza però dei messicani, "sregolati, drammatici, aperti al rapporto con le grandi avanguardie parigine", in Cuffaro e Calì si sente invece la protezione della casa dal mondo e la libertà dalle finzioni e dalla retorica formale che imponeva esperienze artistiche più atteggiate, meno "vere" di quelle da loro perseguite. "Il loro massimo pregio è infatti l'autenticità sorgiva delle loro invenzioni". In lui c'è una potentissima idea della natura di cui l'uomo è una naturale continuazione, in lei c'è una visione più educata e coltivata di sentimenti, sensibilità e delicatezze domestiche". La mostra resterà aperta fino al 30 giugno. Giuseppe Fumia

Vigorose impronteultima modifica: 2006-02-14T20:00:01+01:00da marrella
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento